Biancoshock

Se alcune criticità non si possono evitare, tanto vale renderle confortevoli (Biancoshock)

Le installazioni di Biancoshock disegnano lo spazio con ludica intensità. L’artista lavora in più luoghi e sui luoghi comuni banalizzati, consumati, massificati e massificanti, ricaricandoli di significato, attraverso la provocatoria ironia di chi osserva il mondo con lucidità estrema. Le sue opere raccontano storie che svelano la nostra cecità verso bisogni e criticità sociali: è il caso di “Borderlife”, uno dei suoi ultimi progetti fra arte e denuncia, realizzato nei tombini di alcune aree dismesse tra Lodi e Milano, per attirare l’attenzione sul regno sotterraneo degli homeless di Bucarest.

Francesco Biancospavento aka Biancoshock è un noto street artist milanese con all’attivo 650 interventi nelle strade di tutto il mondo: dall’Italia alla Spagna, dall’Inghilterra alla Norvegia, sino ad arrivare in Malesia e Singapore. Ospite di importanti festival di arte urbana, ha presentato uno dei suoi progetti in diverse università italiane e straniere.

di Francesca Londino

biancoshockborderlife

Written By

ARTE.MODA.TENDENZE.CULTURA