Radiose paure

Mi sarebbe piaciuto conoscere un pianeta senza storia, senza religione, senza filosofia. Sarebbe stata una esperienza unica (Benjamin Barajas)

La rappresentazione dell’estasi, l’eterno femminino, il rigore dell’antico, la simbologia esoterica o sapienzale nelle opere e nelle dolls di Jennybird Alcantara diventano prontuari scenografici, figure per teatralizzare l’immagine. Ornamenti, monili, gorgiere elisabettiane, emblemi dionisiaci, pale d’altare, totem indiani, animali magici denunciano il loro essere simulacri, elementi illusionistici tra reale/irreale che coinvolgono il tempo umano e quello divino. Non si tratta solo di rapportarsi a un vocabolario di simboli legati alla tradizione, alla storia, alla cultura, ma di coinvolgere il labirinto degli archetipi, il flusso memoriale, per far emergere il senso stesso del rappresentare, del creare. Jennybird Alcantarab, attraverso i suoi evocativi incantamenti visivi, ci pone di fronte alla profondità della nostra smarrita umanità e ci spinge a interpretare il rapporto corpo-religione, corpo-spiritualità corpo-mondo, facendoci soffermare sui confini e sulle fusionalità esistenziali.

Jennybird Alcantara vive in California ma le sue opere hanno fatto più volte il giro del mondo, con mostre in diverse gallerie statunitensi e europee.

di Francesca Londino

Written By

ARTE.MODA.TENDENZE.CULTURA